Progetto Nii Juinti

niños-plantas-amazonia3

Nii Juinti è un progetto già in atto, si tratta di una scuola-convitto il cui scopo è quello di dare un luogo ai bambini con scarse risorse, rispondendo alle loro esigenze basiche di alloggio, nutrimento, vestiario e di educazione. In questo modo ai bambini che vivono in condizioni difficili e con poche possibilità di sviluppo delle proprie potenzialità, viene data la possibilità di seguire un percorso di crescita pur rimanendo vicini alla propria famiglia che vive nella stessa comunità o in comunità limitrofe. Si tratta di famiglie che per mancanza di strumenti non riescono a provvedere ai bisogni e allo sviluppo dei propri figli.
Il centro è dotato di uno spazio per accogliere stabilmente un numero di 20 bambini dai 7 ai 13 anni, ad oggi sono già iscritti 10 bambini.
Il centro nasce con l’intento di trasmettere le conoscenze ancestrali attraverso la trasmissione orale, sono gli anziani che si occupano di tramandare la loro sapienza relativa alla coltivazione e all’ uso terapeutico delle piante medicinali, i canti tradizionali (icaros); così come le tecniche degli antenati ovvero:

– l’arte del ricamo
– la costruzione delle canoe e dei remi
– la lavorazione artigianale del legno
– la lavorazione artigianale dei vestiti cerimoniali
– la cucina tradizionale
– le tecniche di coltivazione
– le pratiche di caccia e pesca.

I bambini, seguono il percorso accademico ordinario sostenuti economicamente dalla associazione, frequentando una scuola pubblica la mattina, così da poter acquisire tutte le conoscenze scolastiche necessarie. Nii Jiunti rappresenta un’integrazione, il cui intento è quello di fornire gli strumenti conoscitivi e pratici che possano rappresentare una possibilità reale di auto-sostentamento nel futuro.

Da marzo 2017 è iniziato il secondo anno di attività. La ricerca di un sostegno economico esterno nasce dall’esigenza di garantire la continuità per il funzionamento del centro nel tempo.

IL CONTESTO CULTURALE ED ECONOMICO
Il progetto si sviluppa nel villaggio di San Francisco de Yarinacocha, situato nella regione Ucayali, nella foresta amazzonica peruviana, abitata dalla comunità di etnia Shibipo.
Gli Shibipo sono un’ antica tribù millenaria stanziata sulle sponde del fiume Ucayali, nell’ Amazzonia peruviana. La loro esistenza è basata sull’interazione con la natura, nella quale e della quale vivono. Dalla costruzione delle case, all’artigianato, alla tecnica del ricamo, così come la cucina, la coltivazione e l’uso delle piante medicinali e aromatiche, la loro cultura si è sviluppata nei secoli grazie alle conoscenze acquisite dai loro antenati che ad oggi costituisce una sapienza di inestimabile valore. Attualmente, il processo di modernizzazione, ha sottoposto ad un grande stress l’intero territorio, sia da un punto di vista naturalistico, attraverso il crescente disboscamento, sia da un punto di vista culturale, rendendo sempre più marginale la cultura indigena.
Il risultato della perdita delle proprie radici minaccia la scomparsa di una conoscenza millenaria, così molti giovani cercano fortuna emigrando nella capitale Lima, lasciando la propria casa e le proprie terre in cambio di una vita fatta di miserie e di stenti, mettendo a rischio la sopravvivenza dell’intera comunità.
Dati statistici dimostrano che le reali possibilità di inserimento nell’attuale società, per coloro che vivono ai margini, è praticamente pari allo zero e venendo sempre più a mancare forme di sostegno da parte della comunità e della famiglia di appartenenza, le condizioni di disagio peggiorano.
La soluzione, al fine di arginare tale dispersione, sembra essere, il recupero della propria identità e delle proprie conoscenze come forma di autodeterminazione. Nel mondo contemporaneo, sottilmente legato, tale tutela rappresenta un importante risorsa per l’intera comunità internazionale.

GLI OBIETTIVI
Gli obiettivi sono stati prefissati in base a un ordine temporale, quelli a breve termine sono i seguenti:
– In ambito sociale garantire ai bambini la soddisfazione dei bisogni primari quali alloggio, cibo e vestiario, creando un contesto di sostegno e protezione, in modo da gettare le basi per una crescita e uno sviluppo delle proprie capacità.
– In ambito educativo dare la possibilità di riacquisire la propria identità, vivendo nel proprio contesto, all’interno della foresta, insegnando l’importanza della vita vegetale attraverso la coltivazione e l’uso delle piante medicinali, così come le tecniche di lavorazione di oggetti artigianali utilizzabili come beni di scambio.
– In ambito eco-ambientale contribuire alla riforestazione del luogo, sia di piante che di alberi, nel terreno già di proprietà dell’associazione di circa 4 ettari, contribuendo a ricreare l’equilibrio dell’ecosistema ormai messo a rischio, che rappresenta un patrimonio dell’umanità intera.
Gli obiettivi a lungo termine sono i seguenti:
– Creazione di un sistema di autosostentamento relativamente ai bisogni della comunità, superando le necessità degli aiuti esterni.
– Partecipazione al processo economico globale attraverso lo scambio delle risorse e delle conoscenze acquisite.
– Allargamento dell’esperienza ai territori limitrofi, attraverso la cooperazione con le vicine comunità locali.

361
Caffè offerti
1
Colazioni offerte

Nii Juinti Cuore dell’Amazzonia Italia Onlus

L’ASSOCIAZIONE HA COME SCOPO DI PERSEGUIRE ESCLUSIVAMENTE FINALITÀ DI SOLIDARIETÀ SOCIALE – ASSISTENZA SOCIALE E SOCIOSANITARIA;

– ASSISTENZA SANITARIA;

– BENEFICENZA;

– ISTRUZIONE;

– FORMAZIONE;

– TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE COSE D’INTERESSE ARTISTICO E STORICO DI CUI ALLA N LEGGE 1° GIUGNO 1939, N. 1089, IVI COMPRESE LE BIBLIOTECHE E I BENI DI CUI AL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 SETTEMBRE 1963, N. 1409;

– TUTELA E VALORIZZAZIONE DELLA NATURA E DELL’AMBIENTE, RIFORESTAZIONE E SALVAGUARDIA DELL’ECOSISTEMA CON ESCLUSIONE DELL’ATTIVITÀ, ESERCITATA ABITUALMENTE, DI RACCOLTA E RICICLAGGIO DEI RIFIUTI URBANI, SPECIALI E PERICOLOSI DI CUI ALL’ARTICOLO 7 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 FEBBRAIO 1997, N. 22;

– PROMOZIONE DELLA CULTURA E DELL’ARTE;

– TUTELA DEI DIRITTI CIVILI;

L’ASSOCIAZIONE, INOLTRE, POTRÀ SVOLGERE ATTIVITÀ ACCESSORIE CHE SI CONSIDERANO INTEGRATIVE E FUNZIONALI ALLO SVILUPPO DELL’ATTIVITÀ ISTITUZIONALE DI SOLIDARIETÀ SOCIALE, NEI LIMITI CONSENTITI DAL D. LGS. 4 DICEMBRE 1997, N. 460 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI.

L’ASSOCIAZIONE HA IN PARTICOLARE LA FINALITÀ DI COADIUVARE E SOSTENERE L’ASSOCIAZIONE PERUVIANA “CORAZÓN DE LA AMAZONIA NII JUINTI” COSTITUITA CON ATTO NOTARILE NELLA CITTÀ DI PUCALLPA, NEL DISTRETTO DI CALLERIA, PROVINCIA DI CORONEL PORTILLO NELLA REGIONE DELLL’UCAYALI IL GIORNO 8 NOVEMBRE 2013, E DI ESSERE DI SUPPORTO ALLE ATTIVITÀ RELATIVE ALLA FORMAZIONE ED AL SOSTENTAMENTO DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE INDIGENE DI ETNIA SHIPIBO, ATTRAVERSO LA RIVALUTAZIONE E LA RIVITALIZZAZIONE DELLA PROFONDA CULTURA SHIPIBO E DELLE SUE TRADIZIONI ORALI, DELLE SUE PRATICHE ANCESTRALI, DELLA CONOSCENZA DELLE PIANTE AROMATICHE E MEDICINALI DELL’AMAZZONIA, DEL CANTO SCIAMANICO, DELL’ARTIGIANATO E DELL’ARTE DEL RICAMO; CONTRIBUENDO INOLTRE ALLA RIFORESTAZIONE DEI LUOGHI NATIVI DELLA POPOLAZIONE SHIPIBO, SIA NEL TERRENO DI PROPRIETÀ DELL’ASSOCIAZIONE PERUVIANA “CORAZÓN DE LA AMAZONIA NII JUINTI” CHE IN ALTRI LUOGHI LIMITROFI O COMUNQUE DI PARTICOLARE INTERESSE NATURALISTICO, CON L’OBIETTIVO DI SALVAGUARDARE L’ECOSISTEMA DELLA FORESTA AMAZZONICA E DELL’INTERO PIANETA.

Via Cori 25/A 00177 Roma

3358114434